Pubblicato da: Tony Troja | maggio 14, 2008

I Carabinieri e le barzellette

Ore 19.10. Nella via principale di uno dei quartieri di Cesena, avviene un tamponamento che coinvolge tre autovetture. Nessun ferito o danno grave, solo qualche ammaccatura alle carrozzerie. Tutto ciò avviene proprio sotto il balcone di casa mia. Fino alle 19.45 non si vede nessuna vettura dello forze dell’ordine. Passano ancora pochi secondi e finalmente arriva un macchina dei Carabinieri. La riconosco: è la vettura che fa parte della stazione CC del quartiere, stazione che dista dal luogo dell’incidente circa cinquecento metri. Da informazioni apprendo che la stessa vettura con gli stessi militari era stata impegnata in alcuni rilevamenti sulla E-45, proprio all’uscita per il quartiere dove abito, per un altro incidente. I due carabinieri (non è il titolo del film, purtroppo), arrivano sul luogo del tamponamento per procedere alla ricostruzione della dinamica dell’incidente.

Mi accorgo però, che i due militari posteggiano l’autovettura proprio sulle strisce e nel mezzo di una piccola strada in discesa che incrocia la via principale. Avrebbero potuto tranquillamente fermarsi e posteggiare appena due metri (proprio di due di numero) più avanti in una piccola piazzetta di sosta. Invece restano lì.

Io rientro in casa e mi rimetto a fare quello che stavo facendo prima del tamponamento.

Ore 21.20. Mi affaccio al balcone e vedo che i carabinieri sono ancora lì, che stanno prendendo ancora delle misure, circa a 30 metri di distanza dalla loro auto. Quello che salta subito all’occhio è che dietro la vettura dei militari, si è intanto creata una piccola coda di automobilisti che rientra a casa dal lavoro. Allora, decido di stare ad aspettare, sicuro che prima o poi succederà qualcosa. Infatti da lì a poco, tutti quelli in coda, cominciano a suonare il clacson per ovvie ragioni. Ma nessuno dei carabinieri si fa vivo. Dopo un’altra vagonata di clacsonate, finalmente, il carabiniere si accorge che qualcosa non va ma con tono minaccioso anzichè spostare la macchina, fa un cenno agli automobilisti in coda del tipo “CHE CAZZO SUONI A FARE” accompagnato dal più classico “OOH”.

Il secondo della fila, allora, cerca di far capire al militare che se spostasse la macchina andrebbero tutti a casa subito…. E qui l’epilogo: il carabiniere non solo NON sposta la vettura ma addirittura, si avvicina agli automobilisti chiedendo chi fosse stato a suonare il clacson. Il primo furbetto e primo della fila si fa subito avanti dicendo che i colpi di clacson venivano da dietro e una volta spostata l’auto della Benemerita, parte piano piano per andarsene. Quindi, secondo il carabiniere, il segnale auditivo viene dall’auto successiva. Si avvicina e chiede i documenti al guidatore, che a sua volta, chiede perchè. Domanda lecita. Intanto scendono dalle altre vetture gli altri automobilisti che vanno a dare manforte al povero guidatore assediato dai due carabinieri. Cominciano a riscaldarsi gli animi fino a quando una signora sulla sessantina alla guida di un furgoncino in coda, fa notare che avendo lavorato tutto il giorno, l’unica cosa che vuole è quella di tornare a casa. Ma il carabiniere non la sta neanche a sentire. L’unica cosa che gli interessa è fare la voce grossa contro quel signore che aveva semplicemente chiesto di far spostare l’auto dei militari. La signora, allora, anche un po’ indispettita dall’atteggiamento villano del carabiniere, insorge ma a questa azione corrisponde la prontissima reazione del militare che dice: “VENIAMO DALLA E-45 DOVE C’É STATO UN INCIDENTE E VOI CI CHIAMATE PER QUESTA CAZZATA?!?”. Il carabiniere non vuole sentire ragione e chiede al guidatore che aveva clacsonato per primo di posteggiare più avanti e mostrare i documenti mentre il resto della fila si avvia a lasciare la strada.

Con una calma, oserei dire, incrollabile, i due carabinieri (ancora una volta non si tratta di Montesano e Verdone), si tolgono il cappello dalla testa, si asciugano il finto sudore dalla fronte, si passano una mano tra i capelli, mettono via le casacche catarifrangenti, posano la cartellina con i rilevamenti, si rimettono il cappello, si sistemano la giacca e poi, finalmente, chiedono i documenti al malcapitato guidatore che va subito via dopo pochi minuti.

Conclusione: due ore per prendere rilevamenti e fare “due chiacchiere in simpatia” con altri automobilisti che non hanno niente da fare . Però, dopo 24 ore, la mascherina  della vettura tamponatrice giace ancora sul marciapiede di fronte casa mia.

Forse non era meglio discutere un po’ meno ed agire di più?

Ora capisco perchè fanno le barzellette sui Carabinieri.

Evviva l’Italia.

Annunci

Responses

  1. Tony,nn ho parole….fossi stato il guidatore avrei fatto un casino, avrei chiamato la polizia….

  2. u pacchio di to soro leggi curnutu

  3. e io capisco che cè gente come te che non ha nulla da fare e si mette a scrivere questi commenti. anche questa è l’Italia.-

  4. Che sei contro i Carabinieri? non puoi giudicare da un singolo episodio una categoria, spero che la tua sia solo una battuta altrimenti ti posso solo dire che è questa l’Italia dove veramente stiamo perdendo i veri valori e ognuno può commentare quello che vuole a modo suo.-

    • Corrado, essere contro i Carabinieri? Ci mancherebbe. Massimo rispetto per le Forze dell’ordine tutte. Ma in certi casi (come questo) li prendo in giro, in altri (Aldrovandi, Cucchi, etc…) sono molto severo.

  5. Toni ciao…………di queste ” prodezze” i nostri “cappellati” traboccano…….non mi stupisce per niente, ma c’e’ da dire che anche li’ , come dappertutto dev’esserci il buono ed il cattivo………!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: